Accademia Properziana del Subasio

Nel 1516 fu fondata in Assisi l'Accademia del Monte o Subasiana. La prima riforma dello statuto fu fatta con atto pubblico nel 1554. Nel 1657 l’atto fu di nuovo modificato e venne adottata la denominazione di Accademia degli Eccitati, che rimase in vigore fino al 1774, quando, seppur tardivamente rispetto all’affermarsi del movimento letterario dell'Arcadia, l'ente si trasformò in Colonia Arcadica Properziana, richiamandosi al poeta elegiaco latino Sesto Properzio, nato in Umbria, probabilmente ad Assisi.

Dopo un periodo di interruzione delle attività dovuto alla breve stagione giacobina prima e alla dominazione napoleonica poi, l'associazione si ricostituì, nel 1818, assumendo il nome attuale di Accademia Properziana del Subasio e si dette un rinnovato statuto, approvato dal governo dello Stato pontificio con decreto 26 luglio 1825, pubblicato nel 1826 (Leggi e regolamenti per l'Accademia Properziana del Subasio in Assisi, Assisi 1826). Lo statuto fu oggetto di numerose modifiche nel corso degli anni fino al 1956, quando gli accademici ne elaborarono uno nuovo.

Il 22 dicembre 1997 l'Accademia si è trasformata in organizzazione culturale senza fini di lucro. Con decreto del Ministero per i beni culturali e ambientali del 21 marzo 1998 all'Accademia è stata confermata la personalità giuridica con iscrizione presso il tribunale di Perugia dal 23 aprile dello stesso anno.

Fin dalle sue origini l'Accademia ha svolto intensa attività scientifica, culturale e letteraria, realizzando numerose pubblicazioni, dando vita, nel tempo, a collane e periodici. Organizza, inoltre, convegni internazionali, premi letterari, borse di studio e mostre.



__________________

Riferimenti bibliografici:

G. Fortini, Città di poeti. Storia dell'Accademia assisana del Subasio, Editore Porziuncola, Assisi 1954; F. Bracco, E. Irace, La cultura umbra tra Otto e Novecento, in Storia d’Italia. L’Umbria, Torino, Einaudi, 1989 (Le regioni dall’unità a oggi), pp. 607-658; Accademia Properziana del Subasio di Assisi. Patrimonio storico-artistico: biblioteca, archivio, oggetti d’Arte, a cura di G. Catanzaro, G. Zanotti, Accademia Properziana del Subasio, Assisi 1996; G. Catanzaro, Francesco Antonio Frondini e l'Accademia Properziana del Subasio, Accademia Properziana del Subasio, Assisi 1997; G. Catanzaro, Storia dell'Accademia Properziana del Subasio, 2 voll., Accademia Properziana del Subasio, Assisi 2004; E. Irace, Accademie e vita cittadina, in Aspetti della società assisana nell’età del Barocco, a cura di A. Grohmann, Accademia Properziana del Subasio, Assisi 1992, pp. 389-420; C. Coletti, «Nil mortalibus arduum est»: un motto bocciato. Le accademie nell’Umbria della Restaurazione fra slanci e ripiegamenti, in Luoghi, figure e itinerari della Restaurazione in Umbria, a cura di C. Coletti, S. Petrillo, Viella, Roma 2017, pp. 121-139.

Copyright © 2022 | Accademia Properziana del Subasio – P.IVA 01430960540 | Privacy & Cookies Policy | FMT